In Viaggio con Altrove: porte aperte sul Perù

Tra le acque profonde dell’Oceano Pacifico e il clima lunatico delle Ande si trovano Paesi dalle forti e salde tradizioni che aspettano solo di essere scoperte.

Visitando il Perù si avrà la sensazione di trovarsi in tanti Paesi contemporaneamente. La varietà del territorio sembra riunire in sé tante identità che si fondono alla perfezione: nella costa sabbiosa è possibile riconoscere gli aridi deserti dell’Africa; nelle vaste pianure, le infinite steppe dell’Asia; nelle alte cime della Cordigliera, le gelide regioni polari; nelle folte selve, la lussureggiante vegetazione tropicale. Il Perù è un Paese affascinante, misterioso e ricco di tanti colori quante sono le sue sfumature… non ci resta che scoprirlo insieme!

Machu Picchu

Il Perù: un’identità a mosaico

Terzo Paese più grande del Sud America, prende il suo nome dal fiume Viru. Il Perù venne così chiamato dagli Spagnoli che per primi raggiunsero e conquistarono quelle terre che si trovavano nella zona più meridionale mai raggiunta dagli europei nel Nuovo Mondo!

Il Perù vanta un patrimonio storico culturale unico e di grandissimo valore, tanto che ben 12 siti peruviani sono stati inseriti nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Fra tutti possiamo citare Machu Picchu, uno dei luoghi più emblematici e affascinanti del Perù, nonché uno dei siti archeologici più rappresentativi della civiltà Inca!

L’identità cangiante del Perù si palesa in tante forme diverse ad esempio attraverso la musica. La caratteristica che emerge su tutte le altre è sicuramente il multiculturalismo. Dai gruppi etnici indigeni, passando per i diversi gruppi amazzonici fino ad arrivare alle popolazioni di immigrati, tutti trovano modo di comunicare la loro presenza attraverso la musica e i balli tipici. Strumenti, danze popolari diventano libera espressione delle tante identità! La musica è la parte fondamentale di molte delle cerimonie e delle feste, sia pagane sia cristiane, tipiche della cultura peruviana.

Ciò che accomuna le civiltà precolombiane è il rispetto e la gratitudine verso pachamama ovvero la Madre Terra. I peruviani vivono quotidianamente in armonia con la natura, alla quale devono molto, vediamo perché.

La gastronomia peruviana

La cucina peruviana offre la possibilità di mangiare alimenti diversi tra loro e molto gustosi. Piatti a base di carne e di pesce, un’ottima varietà di crostacei e frutti di mare considerati tra i più prelibati della costa sudamericana. Solo per rendere l’idea possiamo dire che la terra peruviana offre più di 3000 varietà di patate e 800 specie di mais! Tutta questa ricchezza è l’eredità lasciata dai numerosissimi immigrati europei e asiatici che, nel corso degli anni, hanno donato un po’ delle loro tradizioni. Le varie influenze si sono susseguite contribuendo a dar vita a quello che oggi è il Perù.

La ricchezza del luogo è stata plasmata e impersonificata nella cucina peruviana fusion, risultato di differenti saperi espressi attraverso ricette e pratiche straordinarie. Non a caso al Perù è stato riconosciuto per ben 6 anni di seguito il premio come Migliore Destinazione Culinaria nel Mondo dai prestigiosi WTA ovvero gli Oscar del Turismo!

Altrove e il Perù: un cuore multiculturale

Il Perù rispecchia un po’ l’anima di Altrove. La fusione di tante identità diverse, l’amore per i frutti che ci dona la terra, la creatività e la fantasia nell’abbinare i vari ingredienti per sperimentare sapori sempre diversi e in grado di trasmettere l’amore per la cucina. Per questo, nel nostro ristorante, abbiamo deciso di omaggiare questa meravigliosa Terra con il piatto riconosciuto nel 2004 Patrimonio Culturale della Nazione: il Ceviche di verdure. Una versione vegana di uno dei piatti peruviani per antonomasia, composto da verdure di stagione marinate con una marinatura tradizionale a base di lime, menta e aji amarillo.

Pronti per organizzare il vostro prossimo viaggio da Altrove?

Vi aspettiamo in via Benzoni 34 a Roma.

Lascia un commento:

© Altrove Srl 2018 | All rights reserved | P.IVA e C.F. 14032841000 | Tel: 06 574 6576 | Via Girolamo Benzoni, 34 – 00154 – Roma