Altrove viaggia verso l’India: tra ospitalità e multiculturalismo

Un Paese ospitale dai colori forti e accesi, reso unico dalla multiculturalità del territorio, l’India viene catalogata come seconda entità geografica per diversità culturale, linguistica e genetica dopo l’Africa!

Tanto grande e popolosa quanto segnata da importanti difformità del tessuto sociale: tra zone rurali e zone urbane intercorrono profonde ed evidenti differenze. Prima fra tutte quella economica che detta la suddivisione in caste, regolamentata da ferree e rigide regole. Un Paese che ha sempre vissuto di forti contrasti che si palesano agli occhi degli esploratori: da un lato un’India rurale scarsamente abitata da piccoli e poveri villaggi in cui la vita scorre ancora come nei tempi antichi e, dall’altra parte, un’India fatta di grandi innovazioni in campo tecnologico e sovraffollata.

Oggi, l’India viene definita una Babele linguistica in quanto sono vivi al suo interno più di 200 fra linguaggi ufficiali e dialetti! Altro tassello manifesto del mosaico etnico che fa dell’India, probabilmente, l’unico Paese in cui popoli di origine, religione, background diverso riescono a coesistere!

Un Paese ospitale

Se decidete di andare in India troverete ad attendervi un popolo ed un Paese ospitale, pronto a fornirvi tutto l’aiuto di cui necessitate e un piatto caldo a dimostrazione della loro ospitalità. Gli indiani aprono volentieri a tutti le porte della loro casa perché considerano l’ospite sacro, pari un Dio! Ma attenzione: date le loro tradizioni e usanze, spesso molto distanti dalle nostre e da quelle occidentali in generale, sarà meglio informarsi e documentarsi bene sul comportamento da tenere per non rischiare di essere additati come maleducati o poco rispettosi!

Le tradizioni della cucina indiana

La gastronomia indiana affascinerà e delizierà sicuramente chi di voi ama la cucina esotica e ricca di sapori forti e memorabili. Le tradizioni della cucina indiana variano molto in base al punto geografico in cui ci troviamo, specialmente da nord a sud del Paese. Ciò che accomuna tutta l’India è la miriade di piatti regionali che apportano variazioni ai piatti della tradizione, aggiungendo ingredienti e tecniche di preparazione differenti. Questa grande varietà prevede per tutti l’uso delle erbe e delle spezie che fanno da fil rouge all’interno della cucina indiana.

I prodotti alimentari di base sono il riso, il frumento, la carne al nord insieme al pane non lievitato e cotto al momento su piastre roventi e una cucina meno speziata e ricca di verdure al sud, mentre lungo la costa troveremo abbondanza di molluschi e varietà di pesci. In generale la cucina indiana, soprattutto nei ristoranti, prevede quasi esclusivamente piatti vegetariani, le proteine animali più diffuse sono quelle della carne di pollo o di capra.

Dall’antipasto allo snack: le Pakora

Le Pakora sono una vera e propria coccola per il palato! Hanno origine nell’Asia meridionale ma, grazie alla loro semplicità e bontà, si sono presto diffuse in tutto il mondo. Solitamente servite come antipasto o come snack, le Pakora sono molto popolari nei fast food americani e britannici, nei ristoranti take away indiani e pakistani come alternativa alle più classiche patatine fritte! In India si possono trovare in ogni angolo della strada e vengono servite in qualsiasi momento: lo street food per eccellenza!

Le frittelle indiane da Altrove

Le Pakora sono frittelle indiane ricoperte da una pastella di farina di ceci che riveste le verdure per poi essere fritte nell’olio bollente. Ovviamente, nella pastella, non può mancare una sinfonia di spezie come peperoncino, semi di cumino, coriandolo. Dietro l’apparente semplicità di alcuni piatti della cucina indiana, si nasconde una miscela di sapori e usanze che affondano le radici in un antico passato. Questo delizioso e sfizioso spuntino fritto indiano, per tradizione, sarebbe un piatto tipico della stagione delle piogge, ma sono così buone che è possibile trovarle tutto l’anno! Grazie alla loro composizione vegetale è un piatto estremamente versatile e adatto a celiaci e vegetariani.

Un piatto così buono, così versatile e soprattutto adatto a tutti non poteva di certo mancare nella cucina di Altrove! Un piatto vegano che suggeriamo tra i nostri mezè per cominciare con il giusto gusto la serata.

Per scoprire altre culture, altre tradizioni culinarie e curiosità da far venire l’acquolina in bocca e la voglia di ricominciare a viaggiare, seguiteci sulle nostre pagine social: siete voi a scegliere la meta, Altrove pensa al resto!

Lascia un commento:

© Altrove Srl 2018 | All rights reserved | P.IVA e C.F. 14032841000 | Tel: 06 574 6576 | Via Girolamo Benzoni, 34 – 00154 – Roma